Copertina

Sinossi

Odiando Olivia è il racconto, crudo, spietato eppur poetico, dell’ascesa in paradiso e della successiva caduta agli inferi della relazione tra Max Zajack, un aspirante scrittore squattrinato, e Olivia Afrodite Tanga, una bellissima giovane affascinata dalle promesse del Sogno Americano (bei vestiti, bella casa, bella macchina…). Il loro legame, basato su un’insaziabile fame di sesso e un’inappagabile sete di rivalsa, è una folle storia di amore-odio, di dipendenza fisica e mentale, di fusione e isolamento ma, soprattutto, di ossessioni. Ossessione per i soldi che mancano, per i desideri che non si realizzano, per il piacere carnale che allontana, per il tempo di un orgasmo, il pensiero del fallimento. Max e Olivia sono al contempo vittime e carnefici, subiscono e s’infliggono umiliazioni, tradimenti e colpi letali all’autostima e al rispetto di sé. Non possono vivere insieme, senza distruggersi. Non possono separarsi, senza morirne. Attraverso la spirale vertiginosa del loro continuo costruire per poi distruggere, Mark SaFranko delinea un ritratto disincantato della società americana e della sua tendenza a schiacciare l’individualità sotto il peso di ideali prefabbricati. Lo fa con una prosa essenziale ed energica, superbamente costruita, scattante come un fotogramma cinematografico, scaturita dal cuore e dalla pancia, capace di inchiodare e di creare, a sua volta, dipendenza. Una lettura da non perdere, anche a costo di non uscirne indenni.


Titolo : Odiando Olivia

Autore : MARK SAFRANKO

Editore : VAGUE Edizioni (catalogo WhiteFly Press)

Città e anno di pubblicazione : Torino, febbraio 2020

Collana : The BlackBird (narrativa)

Prefazione : Dan Fante

Traduzione dall’inglese (USA): Gabriella Montanari e Michael Wernli

Pagine : 268

Codice ISBN : 978-88-98487-08-0

Prezzo di copertina : 18 euro

Genere : narrativa (narrativa straniera)


Acquista Carrello Cassa


Dalla voce di Mark Safranko


Estratto

 

«Non possiamo continuare a stare così di merda, Liv, non ce la faccio più…»

”Leggi”


«TI PREGO, MAX…»
La sua isteria mi fece un certo effetto, mi addolcì. Ma se non avessi tagliato i ponti in quel preciso momento, non avrei mai più avuto le palle per farlo. La macchina partì in retromarcia, gettando Livy in ginocchio sull’asfalto.
«SE MI LASCI, MAX, MI UCCIDO! LO GIURO SU DIO, MI UCCIDERÒ!»
Il pubblico accalcato aspettava di vedere la mia reazione. Avrei avuto pietà per la damigella in difficoltà o mi sarei dimostrato quel demone infernale che lei mi accusava di essere? Alzai il mio dito medio dal pugno destro e lo rivolsi agli spettatori, ma non bastò ad allontanarli.
«Liv, eddai, non lo fare… Stiamo facendo una figura di merda… Alzati da lì… Vuoi che uno di questi coglioni chiami la polizia?»
«ME NE SBATTO! ME NE SBATTO DI COSA MI SUCCEDERÀ ADESSO! MI AMMAZZO, MAX!»
Oh, porco cazzo… Spensi il motore; che altro potevo fare? Poi spalancai la portiera, uscii e rimisi Livy in piedi.
«Questa è follia pura, te ne rendi conto, eh? Completamente fuori di testa, cazzo!»
Ma non era il momento di ragionare con Olivia Afrodite. Va bene, le dissi, se significa così tanto per te, rimango, ma le cose devono cambiare. La presi tra le mie braccia, le sussurrai nell’orecchio e questo bastò per far disperdere la folla…
Dopo le crisi, per qualche motivo assurdo, ero io che finivo per scusarmi, io a giurare che tutto sarebbe andato meglio se solo mi avesse concesso un’altra opportunità. Sapevo che non avevo altra scelta che tornare in quell’appartamento, percepivo il suo magnetismo come la potente risacca dell’oceano, realizzavo che Livy ed io eravamo incatenati insieme, mani e piedi, da qualche forza sconosciuta che possedeva le chiavi dei nostri destini, dovevamo aspettare le sue disposizioni, e solo quelle…

”Chiudi”


Recensioni


«STOP: mettete giù Grisham e Stephen King. Odiando Olivia è il vero affare. Una dipendenza per il cuore. L’ho letto in un giorno. Lo consiglio al cento per cento.»

 Dan Fante


«Odiando Olivia è un bel calcio nelle palle alla fiction moderna.»

BookFetish.org


«La maggior parte dei libri che leggo che parlano di lussuria, droghe, sesso e donne mi fanno rabbrividire e odiare gli idioti che li hanno scritti perché non si rendono conto di non avere la metà del talento che i loro eroi – invariabilmente Bukowski, Miller, Fante – avevano. Odiando Olivia di Mark SaFranko è un’eccezione rinfrescante. Le parole “crudo”, “brutale”, “avvincente” e “geniale” sono così abusate che hanno quasi perso il loro significato, ma si adattano perfettamente alla descrizione di un libro di memorie di un autore molto, molto talentuoso.»

James Doorne, Bizarre Magazine N°105


«[…] Odiando Olivia è, al contempo, ricco di humor nero e meravigliosamente perverso... La sua scrittura è spesso paragonata a quella di Charles Bukowski, e pur considerando entrambi grandi scrittori, penso che la somiglianza finisca qui. SaFranko ha uno stile tutto suo che semplicemente deve essere letto.

 Ben Jordan, O.I.B. Magazine # 4


 «Mark SaFranko sarà ricordato un giorno come uno dei più grandi scrittori americani dell’inizio del XXI secolo…»

3:AM Magazine


«[…] SaFranko scrive con il cuore e con le palle, creando un’opera furiosa e appassionata… Il suo stile non è stato fabbricato in nessuna scuola; è quel sentimento puro che non può essere insegnato.»

 Susan Tomaselli, Dogmatika


«Odiando Olivia si è guadagnato un seguito da libro cult e ha acquisito uno status quasi mitico tra l’intellighenzia letteraria underground. L’ho letto e mi ha lasciato senza fiato.»

 Joseph Ridgwell, Bookmunch


«[…] Usando un linguaggio poetico ma energico, [SaFranko] resiste al cliché, alla nostalgia e al sentimento e fornisce un ritratto scarnificato di cosa significhi innamorarsi e disinnamorarsi esistendo ai margini del sogno americano.»

Matthew Firth, Front&Centre #17


«[…] Come i grandi scrittori che trasformano la loro vita e la loro sofferenza in arte, SaFranko ha raggiunto, in Odiando Olivia, una rara forma di catarsi elevatasi al rango di opera d’arte.»

 Karl Orend, Alyscamps Press, Parigi


 «La prosa di SaFranko è entusiasticamente profana... come narratore Max è coinvolgente, divertente e diretto... SaFranko ha un talento per la prosa duellante, alla Bukowski... »

Kirkus Rewiews


«Se pensate che la letteratura americana contemporanea si riduca a Philip Roth, Thomas Pynchon, Russell Banks e John Irving, fermatevi un momento e spalancate bene gli occhi. Sarebbe una vergogna dimenticare Mark SaFranko – memorizzate questo nome e, se necessario, tatuatevelo sulla fronte, anche con un mozzicone di sigaretta.»

The Odyssey Bookshop in Saint Malo


«Odiando Olivia è un romanzo sulla giovinezza, la passione e l’irresponsabilità... Se il vostro gusto letterario è rivolto a scrittori come Henry Miller e Charles Bukowski, Celine e Anais Nin, Odiando Olivia è un romanzo che vi piacerà.»

BlogCritics.org


«SaFranko conferisce un messaggio potente a una storia spesso dolorosamente familiare: l’individuo contro la collettività, la lotta per conservare il proprio sogno e l’importanza di rialzarsi anche dopo l’ennesima caduta.»

Booklist

1