LA ROSSA DI BUKOWSKI – Pamela “Cupcakes” Wood

 20,00

Pam Miller Wood ha colpito nel segno con queste memorie. Non si tratta di ricordi “spiati”, è vita vera, vissuta. Un libro scritto bene, vivace e commovente. Nel leggerlo ho avuto l’impressione di trovarmi in soggiorno con lei e Bukowski.

Dan Fante

Descrizione

Los Angeles, 1975. Impazzano la controcultura, la rivoluzione sessuale, le destroanfetamine e gli Eagles. Lei 23 anni. Lui 55. Lei sensuale, madre single, cameriera squattrinata. Lui butterato, complessato, scrittore in piena ascesa. Lei dedita alle droghe. Lui all’alcol.
Un insolito primo incontro: Charles Bukowski è il “regalo di compleanno” offerto da Pamela Miller all’amica Georgia, sua fan sfegatata. Ha inizio così la singolare relazione tra la rossa “Cupcakes” e Buk. Il poeta, stregato dalla chioma fiammeggiante di Pamela ne fa la sua Rossa, elevandola al rango di musa nella raccolta poetica Scarlet. La diffamerà, anni dopo, in Donne, trasfigurandola nella Tammie viziosa, inaffidabile e senza cuore.
Tra i due però c’è qualcosa di speciale, la chimica funziona. Dentro e fuori dal letto. Lei lo “inizia” alla musica pop, lui la porta alle corse dei cavalli e agli incontri di boxe. Il celebre ristorante Musso&Frank Grill diventa il loro quartier generale. Ma Bukowski è pur sempre un alcolizzato e Pamela una giovane allo sbando. Lui, incapace di sostenere, da sobrio, lo stress procuratogli dalle sue letture in pubblico. Aggressivo e geloso da perdere la ragione. Lei, incapace di reggere la profondità dei sentimenti di Hank nei suoi confronti, puntualmente scappa. La relazione assume tinte autodistruttive, di reciproca dipendenza. Di pari passo col bisogno di allontanamento. Pamela ci svela come ne sono usciti, ognuno a proprio modo. E salda un conto, lasciato in sospeso, con se stessa.
La Miller pubblica queste memorie più di trent’anni dopo la fine della loro folle storia d’amore. Racconta con franchezza, ironia e, a tratti, commozione. Soprattutto ci regala un inedito Bukowski, fuori dai clichés letterari e dagli stereotipi umani, al di là del “personaggio”, alimentato o subito. Un uomo, per l’appunto: dolce, premuroso e protettivo, come un qualsiasi innamorato. È conquistata dalla sua sensibilità, dalle buone maniere, dalla tenacia nel lavoro.
In queste pagine rivolge un bel saluto alla buonanima di Bukowski, saluto che non riuscì a fargli di persona. Oggi Pamela Miller Wood è una donna d’affari e di successo, con la scrittura nel DNA. Ne ha fatta di strada la Piccola Rossa…

Informazioni aggiuntive

La rossa di bukowski

Collana: The Grackle (memorie, carteggi, auto/biografie)
Formato: 15 x 21 cm
Contenuto: testo e immagini (bianco e nero)
Genere: memorie (racconto autobiografico)
Nota di rilievo: il libro contiene lettere e disegni originali di Charles Bukowski
Pagine: 288
Data di pubblicazione: 3 febbraio 2014
ISBN: 978-88-98487-02-8
Prezzo: 20,00 €
Traduzione: Giulia Bacchi, Elisa Coppini e Gabriella Montanari
Cover&Book design: Gionata Chierici
Prima edizione italiana
Titolo dell’edizione originale: “Charles Bukowski’s Scarlet. A Memoir by Pamela “Cupcakes” Wood” (2010) edizioni Sun Dog Press, USA.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.