Carlo Alberto Sitta

Poeta, narratore, traduttore. Ha praticato inizialmente una poesia sperimentale, documentata in: In/finito (Geiger, 1968), Magnetodrome (Agentzia, 1971), Animazione (Geiger, 1974). Ha tradotto Pierre Albert-Birot, Jean Tardieu, Marc Quaghebeur, Jacques Henric, Sylvain Auroux, Gilles Deleuze, Patrick Boumard. Nel 1979 ha fondato a Modena il “Laboratorio di poesia”, e nel 1981 la rivista di poesia “Steve” a cui Leggi tutto…